Tempo: definizione da Treccani online

tèmpo s. m. [lat. tĕmpus -pŏris, voce d’incerta origine, che aveva solo il sign. cronologico, mentre quello atmosferico (cfr. al n. 8) era significato da tempestas -atis].

L’intuizione e la rappresentazione della modalità secondo la quale i singoli eventi si susseguono e sono in rapporto l’uno con l’altro (per cui essi avvengono prima, dopo, o durante altri eventi), vista volta a volta come fattore che trascina ineluttabilmente l’evoluzione delle cose (lo scorrere del t.) o come scansione ciclica e periodica dell’eternità, a seconda che vengano enfatizzate l’irreversibilità e caducità delle vicende umane, o l’eterna ricorrenza degli eventi astronomici; tale intuizione fondamentale è peraltro condizionata da fattori ambientali (i cicli biologici, il succedersi del giorno e della notte, il ciclo delle stagioni, ecc.) e psicologici (i varî stati della coscienza e della percezione, la memoria) e diversificata storicamente da cultura a cultura.

Leggi l’intera definizione su http://www.treccani.it/vocabolario/tempo/

[…] Cifre e numeri che scattano e si susseguono automaticamente, consentendo di leggere le ore e i minuti in modo immediato, senza dover interpretare la posizione delle lancette come negli orologi tradizionali.

Cifra 3 - Gino Valle, Ufficio progetti Solari (1966) Da Silvana Annicchiarico (a cura di) 2007, 100 oggetti del design italiano. Collezione Permanente del Design Italiano, La Triennale di Milano, Gangemi Editore, Roma

 

Unaltra cosa che mi viene in mente come esempio di semplicità funzionale è lora legale. Lora legale è un dispositivo, è una sorta di accordo condiviso, un protocollo condiviso, che cambia la vita degli uomini.

Vico Magistretti

 

Un mobile deve soddisfare le necessità d’uso, corrispondere alle possibilità della produzione ed essere nella tradizione, essere cioè semplicemente un mobile, senza l’artificiosa ricerca dell’inedito ad ogni costo. Sarà moderno se disegnato e prodotto secondo criteri che corrispondono al nostro tempo.

Franco Albini

 

Più passa il tempo, più difficile diventa progettare meglio. L’antidoto? Ricominciare ogni volta da capo, con umiltà e pazienza.

Achille Castiglioni

Commenti

commenti